Raccontaci la tua esperienza
Sondaggio
Ateiler tematici

Progetto

 

Il progetto   mira ad una politica di prevenzione della violenza scolastica e ad una più ampia risoluzione pacifica dei conflitti.

L’intervento pilota coordinato dal CRESM, si colloca nell’ambito del programma europeo «Daphne III»  e prevede   corsi di formazione per mediatori scolastici tra pari, organizzati dallo stesso CRESM (Centro di Ricerche Economiche e Sociali per il Meridione) di Gibellina con la collaborazione del Gruppo Abele di Torino.

Molteplici sono gli obiettivi che il progetto si prefigge, come la sensibilizzazione e l’educazione alla cultura della non-violenza e del rispetto per un reale  recupero di valori solidaristici e di sicurezza sociale all’interno della comunità scolastica per arginare fenomeni di dinamiche patologiche di  gruppo come le aggressioni fisiche, il racket, il vandalismo e il bullismo.

Il progetto prevede atelier, seminari, conferenze e dibattiti per sensibilizzare sul fenomeno della violenza, degli abusi domestici, sul bullismo nelle scuole, sulla mediazione pacifica dei conflitti , sulla mediazione penale e la giustizia riparativa  e sul ruolo delle istituzioni pubbliche e private.Questi programmi,  coinvolgono quindi l’insieme dei membri della comunità educativa (insegnanti, alunni, genitori), ma anche i professionisti del sociale, della giustizia e della polizia, e vogliono contribuire a creare nuove forme di solidarietà tra gli alunni ma anche con l’intera comunità educativa.

Il progetto, che vedrà applicata la metodologia della mediazione tra  pari, prevede l’apertura di sportelli di mediazione all’interno delle scuole gestiti direttamente dai ragazzi in provincia di Trapani e a Dublino. In tal modo gli stessi alunni, saranno in grado di prevenire e gestire situazioni di conflitto tra i propri pari che si generano all’interno delle classi.

Nelle scuole della provincia di Trapani e di Dublino, dove il progetto viene sviluppato,  per la risoluzione pacifica dei conflitti si potrà contare sull'aiuto di ben 150 mediatori tra pari ed i giovani mediatori della scuola saranno chiamati ad assolvere al loro compito con serietà e professionalità.

Così l’istituzione scolastica, ricostituita come reale comunità, grazie a tale progetto, potrà essere realmente considerata luogo ideale di socializzazione e risoluzione pacifica dei conflitti.

Convegno "Scuola: dall'aggressività alla gestione costruttiva dei conflitti - Valutazione delle attività svolte e prospettive future"

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI
Palazzo Riccio di Morana, via Garibaldi 89, Trapani - 25 gennaio 2013

Convegno Transnazionale "Scuola: dall'aggressività alla gestione costruttiva dei conflitti"

PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI
Palazzo Riccio di Morana, via Garibaldi 89, Trapani - 4 ottobre 2012

Urban Security

Scuole e progetti